MyLab 70

L'Ecografia (o Ecotomografia) sfrutta la proprietà fisica degli ultrasuoni di essere rifratti dai tessuti in maniera diversa a seconda delle loro caratteristiche, con meccanismo simile al sonar delle navi o agli ultrasuoni emessi dai delfini.
E' metodica totalmente innocua e non utilizza radiazioni ionizzanti.
L'associazione con il ColorDoppler permette di aggiungere ai dati morfostrutturali  degli organi anche una valutazione funzionale vascolare di grande importanza
L'ecografia è l'esame di diagnostica strumentale più operatore-dipendente. Quindi l'abilità, l'esperienze e la conoscenza clinica delle patologie da parte del Medico Specialista Radiologo sono fattori decisivi per una buona valenza diagnostica dell'esame.

 

 

INDICAZIONI CLINICHE

L'ecografia è ormai esame di prima istanza per lo studio dei principali organi ed apparati.

E' infatti utilizzata per lo studio dell'addome, dell'apparato urinario e ginecologico, in gravidanza, per valutare tiroide, mammella, tessuti molli, muscoli ed articolazioni.

L'ecografia è anche utilizzata in molte pratiche interventistiche, come esami citologici, infiltrazioni articolari, periarticolari o muscolo tendinee.

 


DOTAZIONE TECNOLOGICA

- Ecografi  ESAOTE My Lab 70 Plus HD colorDoppler , con sonde convex, lineari small parts HD, endocavitarie, ecocardiogarfiche adulti e pediatrica neonatale.

- Ecografi  PHILIPS En Visor C  ColorDoppler con sonde convex, lineari HD, endocavitarie e cardiologiche adulti.

- Ecografo Aloka Prosound S portatile, con sonde convex, lineare ed endocavitaria per esami a domicilio.


ESAME ESEGUITI

- Ecografia+ ColorDppler Internistica (fegato, vie biliari, reni, milza, pancreas, vescica).

- Ecografia +ColorDopplerTiroide e collo.

- Ecografia+ ColorDoppler  Osteo-articolare e Muscolo–Tendinea (tutte le articolazioni ed i gruppi muscolari).

- Ecografia+ ColorDoppler  Dinamica ad Alta Risoluzione (articolazioni, muscoli , tendini e  legamenti studiati sia in fase statica che con prove dinamiche e da stress).

- Ecografia per Viscosupplementazione intraarticolare con Acido Ialuronico (spalla, gomito, polso, mano, anca, ginocchio, caviglia, piede).

- Ecografia+ColorDoppler  cute e sottocute (tessuti molli).

- Ecografia +ColorDoppler Prostatica Transrettale.

- Ecografia +ColorDoppler Ginecologica e Transvaginale ( utero ed ovaie).


CONTROINDICAZIONI

 Non esistono controindicazioni agli esami ecografici.


PREPARAZIONE

- ECOGRAFIA ADDOME SUPERIORE (fegato, colecisti, vie biliari, reni, milza, pancreas):

digiuno da almeno 6 ore.

- ECOGRAFIA PELVI (vescica, prostata, utero e ovaie):

non urinare per almeno 2 ore e bere circa un litro di acqua nell’ ora precedente l’esame.

- ECOGRAFIA TIROIDE E COLLO:

nessuna preparazione.

- ECOGRAFIA  PARTI MOLLI,  MUSCOLO TENDINEA ED OSTEOARTICOLARE: 

nessuna preparazione.

- ECOGRAFIA IN GRAVIDANZA:

modesta distensione vescicale: bere mezzo litro di acqua nelle 2 ore precedenti l’esame (solo fino alla 12° settimana di gestazione). Oltre la 12° settimana di  gestazione: nessuna preparazione.

- ECOGRAFIA TRANSVAGINALE:

modesta distensione vescicale: bere un mezzo litro di acqua nelle 2 ore precedenti l’esame.

- ECOGRAFIA PROSTATICA-TRANSRETTALE:

modesta distensione vescicale. Bere mezzo litro di acqua  nelle due ore che precedono l’esame. Sottoporsi a un piccolo clistere rettale la sera  precedente e la mattina dell’esame.


SVOLGIMENTO DELL'ESAME

Il paziente è sdraiato o seduto sul lettino a seconda del segmento da esaminare.
Il Medico Specialista Radiologo appoggia la sonda ecografica sugli organi da esaminare, con l'interposizione di un gel sulla cute atto a trasmettere gli ultrasuoni.
Egli studia i vari organi ed apparati variando l'inclinazione e l'incidenza del flusso ultrasonoro, i cui "echi" di ritorno vanno a costruire un'immagine anatomica sul monitor dell'apparecchio ecografico.